Capitolo 7: a cosa serve il Mental Coach Sportivo?

In una stagione sportiva vincente che ruolo gioca il Mental Coach e perché serve?

Lo sport è un’attività principalmente ludica, divertente che ci espone però alla più grande difficoltà umana: lo sport ci mette davanti ogni giorno ai nostri LIMITI.

Decidere di lavorare quotidianamente su se stessi e sull’abbattimento dei propri limiti rende gli sportivi delle persone STRA-ORDINARIE. Attenzione: non sto parlando di limiti fisici!

I limiti non sono altro che CREDENZE profonde o meno, che fanno parte della storia personale, che si sono create nella MENTE grazie alle esperienze di vita passata e che non permettono di esprimersi al 100% delle proprie possibilità.

Il Mental Coach è quella figura professionale che permette all’atleta di:

  • Individuare i propri talenti
  • Lavorare sulle proprie credenze limitanti e trasformarle in credenze potenzianti
  • Focalizzare l’attenzione esclusivamente sul compito da svolgere
  • Modificare abitudini svantaggiose
  • Allontanare i giudizi e direzionare il focus sul proprio ruolo

Tutti questi fattori facilitano l’atleta, la squadra, lo staff e tutto il lavoro della stagione. Dunque perché non rivolgersi ad un Mental Coach?